Sillo Fabiano

RICERCATORE
fabiano.sillo(AT)ipsp.cnr.it

pubblicazioni: Orcid
profilo personale e attività: People
Curriculum Vitae

Sono Ricercatore III livello da Novembre 2019, presso l’IPSP di Torino. Ho conseguito la Laurea Specialistica in Biotecnologie Agrarie Vegetali nel 2008 e il Dottorato di Ricerca in Biologia e Biotecnologia dei Funghi nel 2012, entrambi presso l’Università degli Studi di Torino. Durante il periodo di dottorato mi sono occupato di studi finalizzati a delucidare i meccanismi molecolari di formazione della simbiosi micorrizica e della formazione del corpo fruttifero del tartufo nero Tuber melanosporum, attraverso l’utilizzo di tecniche quali glycoarray e RT-PCR quantitativa abbinata ad approcci di microdissezione laser. Ho inoltre contribuito a studi finalizzati a comprendere la biologia della simbiosi tra orchidee e funghi simbionti associati ad esse. Dal 2013 al 2019, in qualità di Assegnista di Ricerca presso l’Unità di Patologia Vegetale del Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari (Torino), mi sono occupato di studi finalizzati a identificare gli aspetti genomici responsabili del successo evolutivo del fungo invasivo patogeno dei pini Heterobasidion irregulare, a comprendere i meccanismi genomici alla base dei fenomeni di ibridazione in Heterobasidion spp., e a delucidare i meccanismi molecolari delle interazioni tra piante e patogeni fungini. Parallelamente, mi sono occupato di ricerca applicata alla patologia forestale, spaziando dallo sviluppo di saggi diagnostici innovativi (Multiplex PCR e Loop Mediated Isotermal Amplification – LAMP) ad analisi epidemiologiche e di genetica di popolazione di funghi fitopatogeni emergenti presenti sul territorio italiano. Attualmente, le mie ricerche sono focalizzate sullo studio dell’interazione tra piante e microrganismi, e degli effetti degli stress ambientali in piante di interesse agro-forestale e nei microrganismi associati ad esse. I miei interessi di ricerca includono la genomica e la trascrittomica di piante e funghi simbionti, la diagnostica molecolare, e lo sviluppo di nuove metodologie per studi di genetica di popolazione in piante e funghi, utilizzando approcci omici e analisi bioinformatiche.