TEcniche di geSTIone e MOnitoraggio dei Noccioleti per l’Ecosostenibilità della pratica agronomica (TESTIMONE)

Il progetto ha l’obiettivo di sperimentare una gestione ecosostenibile e definire un nuovo protocollo agronomico per la coltivazione del nocciolo che preveda: inerbimento pluriennale delle interfile, utilizzo di agenti di biocontrollo, avifauna utile per integrare le possibili strategie di controllo di fitofagi e patogeni attraverso l’aumento della biodiversità e la ricostituzione di un equilibrio naturale, l’installazione di casette nido per la nidificazione di piccoli volatili, trattamenti con prodotti di derivazione naturale (per esempio propoli) e la creazione di un’area di biodiversità con la presenza di un pollaio e arnie all’interno…

Read More

Troiano Elisa

BORSISTA elisa.troiano(AT)ipsp.cnr.it 06.4993.27830 pubblicazioni: Orcid profilo personale e attività: People Curriculum Vitae Laureata in Biologia presso l’Università Federico II, ho successivamente frequentato, presso il Dipartimento di Agraria, il corso di alta formazione in “Tecnologie genomiche avanzate applicate al miglioramento genetico di specie vegetali” (GENOPOM-PRO), che ha previsto lo svolgimento di uno stage aziendale presso La Semiorto Sementi, nel settore Ricerca & Sviluppo. Avvicinandomi al mondo della ricerca, sono entrata a far parte dell’IPSP-CNR, attraverso una prima collaborazione con il Dott. Bernardo, con il quale ho svolto attività di ricerca finalizzata…

Read More

Compostaggio in situ per la tutela, la valorizzazione e la gestione Ecosostenibile dei Castagneti (PSR – CompoEcoCast)

Il progetto ha lo scopo di introdurre nel sistema castanicolo innovazioni organizzative e di processo di ordine agronomico e tecnologico relativa alla gestione dei residui colturali e quindi del ciclo del carbonio. Il protocollo prevede l’allestimento di pile con biomasse ligno-cellulosiche derivanti sia dai residui colturali del castagneto (ricci caduti, residui di potatura) che dalla pulizia dl sottobosco per la produzione di un compost di qualità Questa gestione si prefigge l’obiettivo di custodire e potenziare la biodiversità intrinseca e, preservare la fertilità biologica, migliorando la struttura e l’attività soppressiva del…

Read More

Adaptation mechanism of insect holobiont toward xenobiotics and its application to novel pentachlorophenol biodegradation systems

Accordo bilaterale CNR-JSPS (Japan): identificazione di nuovi modelli metabolici e relativi geni ed enzimi coinvolti in questo processo di degradazione, attraverso analisi fisiologiche, biochimiche e genetiche di ceppi selezionati per resistenza a PCP di Drosophila melanogaster. Coordinatore di Progetto: Maurilia Monti Partecipanti IPSP: Paolo Pedata Data inizio: 20/03/2020 Data fine: 31/12/2022

Read More

Unità di coordinamento e potenziamento delle attività di sorveglianza, ricerca, sperimentazione, monitoraggio e formazione in campo fitosanitario (URCoFi)

La globalizzazione è un fenomeno che mostra i suoi effetti anche nel campo fitosanitario, favorendo l’introduzione e la diffusione di nuovi organismi nocivi per il mondo vegetale. Al fine di dare delle rapide risposte tecnico scientifiche alle crescenti problematiche fitosanitarie derivanti dalla globalizzazione, soprattutto per gli organismi nocivi regolamentati e di nuova introduzione, si è ritenuto utile attivare una collaborazione istituzionale tra la Regione Campania e diverse istituzioni scientifiche. Tale collaborazione è finalizzata all’esecuzione congiunta di compiti comuni e retti esclusivamente dall’interesse pubblico nel rispetto delle competenze ordinamentali, in particolare:…

Read More

Di Prisco Gennaro

RICERCATORE gennaro.diprisco(AT)ipsp.cnr.it 06.4993.27831 pubblicazioni: Orcid profilo personale e attività: People Curriculum Vitae Gennaro Di Prisco studia i servizi ecosistemici dei pronubi per lo sviluppo di un’agricoltura ecologica e sostenibile (IPSP4Pollinators). Nello specifico si occupa di: monitoraggio della biodiversità morfo-molecolare degli Apoidei in ecosistemi naturali e agricoli con sviluppo di tecniche agroecologiche per il ripristino dei servizi ecosistemici; utilizzo dell’ape da miele per monitorare gli inquinanti ambientali legati all’attività antropica (agrofarmaci, polveri sottili, metalli pesanti, diossine, ecc.); studio dell’impatto di fattori di stress ambientali, sia biotici che abiotici, sulle api da…

Read More