Troiano Elisa

BORSISTA
elisa.troiano(AT)ipsp.cnr.it
06.4993.27830
pubblicazioni: Orcid
profilo personale e attività: People
Curriculum Vitae

Laureata in Biologia presso l’Università Federico II, ho successivamente frequentato, presso il Dipartimento di Agraria, il corso di alta formazione in “Tecnologie genomiche avanzate applicate al miglioramento genetico di specie vegetali” (GENOPOM-PRO), che ha previsto lo svolgimento di uno stage aziendale presso La Semiorto Sementi, nel settore Ricerca & Sviluppo. Avvicinandomi al mondo della ricerca, sono entrata a far parte dell’IPSP-CNR, attraverso una prima collaborazione con il Dott. Bernardo, con il quale ho svolto attività di ricerca finalizzata alla lotta integrata ad insetti fitofagi del pomodoro (PRIPOM). In seguito ho iniziato a lavorare, attraverso borse di studio, nell’ambito della Virologia vegetale, con il Dott. Parrella, tuttora mio Referente Scientifico. Durante i primi anni di attività, le ricerche, svolte principalmente nell’ambito del progetto URCOFI, consistevano nel monitoraggio di agenti virali, viroidali e fitoplasmi di interesse agrario, nonché dei loro vettori, nell’identificazione attraverso metodi sierologici (ELISA, LF) e molecolari (RT-PCR, PCR) e nello studio della variabilità biologico-molecolare di isolati di campo. Nello stesso periodo, nell’ambito della collaborazione con l’Università coreana di Sungkyunkwan (accordo bilaterale), mi occupavo dello studio della trasmissibilità per seme del virus ToLCNDV. Successivamente ho iniziato a collaborare anche con il Prof. Vinale, studiando le alterazioni metaboliche che si verificano in una pianta a seguito dell’interazione con virus (PROTECTION), e sperimentando l’applicazione di consorzi microbici per il controllo delle fitopatie causate da virus (BIOAGRO). Attualmente svolgo ricerca nell’ambito del progetto DiONIsO, che consiste nel monitoraggio dei virus trasmessi da nematodi fitoparassiti della vite e nella sperimentazione di metodi di lotta eco-compatibili, basati sull’impiego di ceppi benefici e dei loro metaboliti. E’ in corso anche una collaborazione con un Consorzio privato, riguardante la selezione assistita da marcatori molecolari per la costituzione di linee di pomodoro resistenti ad alcuni virus.