Alessia Staropoli

La Dottoressa Alessia Staropoli possiede ampia esperienza nel campo delle metodologie classiche ed avanzate di biochimica, con particolare riguardo alle metodologie analitiche più comunemente impiegate nell’ambito della caratterizzazione di proteine e della definizione di modifiche post-traduzionali. Possiede inoltre specifiche competenze nel campo delle applicazioni di Bioinformatica, delle metodologie biochimiche e delle metodologie avanzate di spettrometria di massa; infine ha esperienza nel campo delle analisi di inquinanti organici ed inorganici a partire da diversi prodotti di scarto, mediante spettrometria di massa avanzata.
Lo studio dei composti chimici associati ai processi cellulari che avvengono in un sistema è detto metabolomica: attraverso tale metodologia è possibile individuare l’impronta digitale unica derivante da tali processi e caratterizzare il pattern metabolico dei sistemi biologici.
La presenza (o assenza) di metaboliti specifici fornisce informazioni importanti sullo stato fisiologico e funzionale del sistema biologico o del campione in esame. Questo studio applicato a specie vegetali d’interesse agronomico permette non solo la caratterizzazione metabolomica, ma anche la valutazione di patologie che si esplicano in modifiche metaboliche.
Il seguente progetto di ricerca si pone quindi come obiettivo la caratterizzazione del metaboloma di tessuti vegetali e microrganismi benefici mediante tecniche di spettrometria di massa.
Infatti, l’analisi mira a caratterizzare l’attività dei microrganismi impiegati in trattamenti specifici e la risposta nella pianta.
L’analisi metabolomica sarà effettuata sia sui tessuti vegetali trattati, che sui campioni di filtrati colturali dei microrganismi benefici selezionati.
L’approccio sperimentale che s’intende utilizzare prevede come primo step il trattamento delle piante con ceppi selezionati ad azione benefica. Successivamente, i campioni prelevati saranno preparati all’analisi strumentale che sarà condotta attraverso l’uso di metodologie di spettrometria di massa accoppiata a cromatografia liquida ad elevate prestazioni a fase inversa (RP-HPLC). In questo modo sarà possibile ottenere la risoluzione di tutte le componenti della matrice e la contemporanea identificazione e quantificazione relativa. L’analisi del dato ottenuto dallo strumento sarà effettuata utilizzando software per l’identificazione, tramite confronto con database specifici, e per la quantificazione dei metaboliti di maggior interesse.

Progetti