Residuo zero

Eliminazione dei trattamenti chimici comportanti residui in campo ed in cantina

L’obiettivo del progetto è di ridurre l’impiego di sostanze chimiche tradizionalmente utilizzate in viticoltura ed in enologia rispettivamente nella difesa da patogeni e nella disinfezione delle cantine. L’IPSP è coinvolto nella sperimentazione di campo. Sono impiegati l’acqua elettrolizzata e l’acqua ozonizzata, prodotti a basso impatto ambientale che non lasciano residui. Queste acque sono prodotte in campo utilizzando prototipi sviluppati dalle Industrie De Nora S.p.a. La sperimentazione mette a confronto l’effetto sulla microflora epifita di foglie e grappoli, dei trattamenti chimici tradizionali e di un protocollo di lotta integrata che prevede la sostituzione di un certo numero di trattamenti chimici con acqua ozonizzata o elettrolizzata. L’utilizzo di tali prodotti in campo comporta meno rischi per la salute dei consumatori che non ritroveranno residui nei prodotti e della popolazione che vive nelle zone di viticoltura intensiva, per l’ambiente e inoltre le aziende potranno ridurre il costo di acquisto dei prodotti fitosanitari.

Personale di ricerca

Attività di ricerca

  • Tecnologie ecosostenibili