METAGERM

Valorizzazione delle risorse genetiche di colture mediterranee attraverso approcci di metagenomica, trascrittomica e analisi funzionale per la caratterizzazione di germoplasma autoctono, endofiti, agenti di biocontrollo e fitopatogeni.

Il progetto mira all’identificazione e caratterizzazione molecolare di endofiti (batteri, funghi del rizoplano e micorrize), organismi nocivi (nematodi, virus) e agenti di biocontrollo presenti su colture mediterranee, attraverso metagenomica, trascrittomica e analisi funzionale dell’interazione con l’ospite. Saranno usate tecniche di high-throughput sequencing e genotipizzazione di microorganismi e germoplasma vegetale per: 1) produrre nuove conoscenze sulla genomica dei microrganismi o agenti nocivi presenti, verificare l’uso di alcuni microrganismi utili, ed identificare agenti nocivi, 2) selezionare markers specifici per disciplinari di certificazione fitosanitaria o tracciabilità. Le colture d’interesse per l’agroalimentare pugliese per tipicità e variabilità intraspecie e/o intravarietà sono: ortive, vite, olivo, agrumi. Pertanto gli obiettivi del Progetto proposto sono: 1) esplorazione metagenomica di endofiti, agenti di biocontrollo e fitopatogeni (nematodi, virus e virus-simili) in colture o ecotipi autoctoni e mediante high-troughput sequencing; 2) identificazione di nuovi organismi patogeni (virus, nematodi) o benefici (endofiti, agenti di biocontrollo) non evidenziabili con tecniche tradizionali (virus e virus-simili); 3) genotipizzazione di virus e piante (vite) con microarray e real time RT-PCR (vite) finalizzata alla promozione di germoplasma autoctono, secondo disciplinari di certificazione genetica e sanitaria dei materiali di propagazione; 4) formazione di personale competente nella produzione e analisi dei dati prodotti da nuove tecnologie di high-throughput sequencing.

Personale di ricerca

Attività di ricerca

  • Tecnologie ecosostenibili