Identificazione di Xylella fastidiosa

Azioni di ricerca urgenti in risposta all’identificazione di Xylella fastidiosa in olivi colpiti dal “complesso del disseccamento rapido dell’olivo (CoDiRO)”

Le azioni di ricerca urgenti attivate in risposta all’identificazione di Xylella fastidiosa in olivi del Salento colpiti dal “complesso del disseccamento rapido dell’olivo (CoDiRO) e supportate dal Servizio Fitosanitario Regionale, prevedono una serie di sperimentazioni finalizzate allo studio degli aspetti chiave dell’epidemiologia, al fine di poter acquisire gli elementi indispensabili per la corretta pianificazione delle strategie di lotta e contenimento.

L’identificazione di X. fastidiosa mediante sequenziamento di porzioni del suo genoma rappresenta un elemento diagnostico sostanziale, ma che necessita di significativi approfondimenti volti a:

- CONFERMARE la presenza di Xf sulla base dell’applicazione di tecniche diagnostiche integrate secondo quanto previsto dai protocolli ufficiali EPPO

- DETERMINARE LE CORRELAZIONI GENETICHE con i genotipi (subspecie) che causano devastanti malattie su vite (malattia di Pierce-PD), agrumi (clorosi variegata-CVC), mandorlo/fruttiferi (bruscature fogliari-ALS) ed essenze forestali (bruscature fogliari batteriche-BLS).

- DEFINIRE LA PATOGENICITÀ. La valutazione della virulenza dei ceppi di Xf è un aspetto fondamentale nella valutazione del rischio dell’emergenza fitosanitaria e nella pianificazione delle strategie di lotta.

- IMPLEMENTARE LE TECNICHE DI DIAGNOSI

- DEFINIRE LA GAMMA DI PIANTE OSPITI nell’area focolaio, completando le indagini preliminari già avviate.

- Avviare un monitoraggio preliminare dei potenziali INSETTI VETTORI

Personale di ricerca

Attività di ricerca

  • Interazione pianta/ambiente